Scatolificio Udinese s.r.l.

Glossario

A B C Carta D E F G H I K L M N O P Q R S Stampa T U V

Immagine Coordinata


È l'insieme di grafismi, caratteri, colori che le aziende adottano per rendersi visibili e riconoscibili dai clienti e/o consumatori. L’immagine diventa coordinata quando i differenti fenomeni comunicativi (quali ad esempio: logo, carta intestata, busta, biglietto da visita e sito web) risultano coerenti l'uno con l'altro.

 

Immagine Digitale


Si definisce digitale qualsiasi immagine elaborata dal computer o acquisita da apparecchi elettronici. A seconda del modo in cui sono create (ovvero il linguaggio usato per codificarle) si dividono in due categorie: bitmap (o raster) e vettoriali.

 

Immagine Digitale bitmap (o raster)


Bitmap indica letteralmente una mappa di bit: i dati contenuti nel file associano un colore e una posizione all'elemento base pixel dell'immagine. A seconda del numero di bit associati ad ogni pixel si possono avere una quantità definita di combinazioni possibili di colori, ad esempio: 1 bit per pixel dà la possibilità di avere solo due colori possibili, nero e bianco, con 4 bit per pixel si possono avere 16 colori, con 8 bit 256 colori, con 16 bit 32768 e così via. 

 

I pixel sono inseriti in una griglia di dimensioni definite che si chiama raster, maggiore è la sua suddivisione per cm, migliore sarà la qualità dell'immagine visualizzata o stampata (vedi anche Risoluzione).

 

Immagine Digitale vettoriale


In uno spazio bidimensionale, come quello di un foglio elaborato al computer, ad ogni punto vengono associati due numeri che ne indicano la posizione rispetto ad un punto fisso detto origine. Ogni figura disegnata in questo spazio associa i punti tramite funzioni matematiche: ciò permette, tra le altre cose, di poter ingrandire o ridurre il disegno senza perdere definizione, di alleggerire il peso del file e di poterlo modificare facilmente.

 

Imposizione tipografica o imposition


Nella stampa di libri o pubblicazioni si riferisce al posizionamento delle facciate sul foglio macchina, per la corretta sequenza di stampa. In cartotecnica con il termine imposition si indica invece il posizionamento esatto della grafica sul tracciato fustella per ciascuna delle pose.

 

Impianto stampa


In offset si intendono le pellicole (o film), una per colore, necessarie per ottenere le lastre di alluminio (sempre una per colore) indispensabili per stampare. Si può prescindere dalle pellicole se le lastre si ottengono con il computer to plate (CTP).

 

Impressione


È il risultato della termoimpressione

 

Incollatura


Esistono molteplici fasi di incollatura nei processi produttivi che interessano il settore cellulosico:

  • nelle cartiere per determinati tipi di carta o cartoncini a più strati;
  • nell'ondulatore per formare il cartone ondulato e negli scatolifici per le casse da trasporto;
  • in accoppiatura per unire tra loro diversi materiali;
  • in piegaincolla per predisporre il packaging alla sua forma finale.

Le colle utilizzate sono le più diverse, ma lo sforzo dell’industria è sempre più orientato a prodotti naturali e smaltibili.

 

Interlinea


Distanza tra le linee di base delle righe di un testo manoscritto o dattiloscritto. La scelta di tale spazio è fondamentale per la leggibilità del testo.

 

Interno


Divisorio utilizzato non solo per proteggere il prodotto, ma anche per ottimizzare l’esposizione sul punto vendita come nel caso di alcuni espositori da banco. Diversamente dagli alveari gli interni non sono standard, ma fustellati appositamente e spesso seguono la forma del prodotto. 

 

Isole promozionali


Spazio definito per la promozione di prodotti.

< Torne